martedì 9 luglio 2013

Jacques Prévert_ing.....


L'altro giorno mi sono messa davanti al foglio bianco. Siccome era di mattina, e fuori c'era una bella luce, mi sembrava ancora più bianco. Lo guardavo, lo guardavo, lo guardavo......e ho capito che avrei voluto fare qualcosa in diagonale.

Detto, fatto.
E una volta guardato il lavoro finito, m'è subito saltata alla mente la poesia "Déjeuner du matin" di Prévert, nel senso che quell'immagine rappresentava esattamente l'atmosfera che mi sono sempre immaginata nel leggere quella poesia....


"[...]Senza guardarmi
S'è alzato
S'è messo sulla testa il cappello
S'è messo l'impermeabile
Perchè pioveva
E se n'è andato
Sotto la pioggia
Senza parlare
Senza guardarmi,
E io mi son presa
La testa fra le mani
E ho pianto.


The other day, I put my immaculate piece of watercolor paper right in front of me. It was morning, and because of the beautiful light outside, it happened to look even lighter. I stared at it, I stared, I stared...And somehow I got it! It had to be something in diagonal.

No sooner said than done.
And once the work was done, it somehow rang a bell while I was watching it...It had exactly the same atmosphere of the "Morning Breakfast" poem by the great Jacques Prévert..(of course the atmosphere that poem had for me...;) )

"[...] Without looking to me
He stood up
He put
His hat upon his head
He put
His raincoat on
Because it was raining
And he left
Without one word
And me I placed
My head in my hand
And I cried."



Watercolors on paper.