lunedì 30 settembre 2013

Singing lesson sketch!

Chi di voi per diletto (o no) ha mai preso una lezione di canto in vita sua, saprà di certo come...beh, debba dimenticarsi dei suoi polmoni di sopra, e re-imparare a respirare. Tutto questo non è A) facile B)veloce, ma di sicuro può essere divertente!
Quindi, mettete una lezione di canto in un pomeriggio di agosto, con una super cantante e una collega resto ce lo metto io! ;)

The people among you who ever took a singing class in his/her life, will know for sure how...well, basically should forget about his/her upper lungs and re-learn how to breath. All this is not A)easy B)fast, but definitely can be super fun!
So, envision a singing lesson on a desert sunny August afternoon, with an amazing singer, and a guitar mate.....I'll draw the rest! ;)

mercoledì 25 settembre 2013

Super Duper News!

Hello world, sorry for this huuuuuuuuuuge absence!! You might have wondered what happened, well...I'have been studying for the admission to a very important illustration school here in Italy, aaaaaand........I GOT ADMITTED, YAY!!!!!!!

Ciao Mondo, pardon per questa enooooorme assenza!! Forse vi sarete chiesti cosa sia successo, beh....In questo periodo ho studiato per prepararmi al test di ammissione di una very important Scuola di Illustrazione,eeeeeeee(rullo rullante di tamburi)........SONO STATA AMMESSAAAA!!!!!SEEE!!!

martedì 27 agosto 2013

Once upon a my crazy mind!

C'era una volta in un bar di Caracò
un omino carino che aveva bevuto un bel po'.
Forse vi chiederete il motivo della sua bevuta,
sì, insomma, da dov'era venuta.
Vedete, il mistero non è così complicato,
l'omino era solo emozionato;
con l'ennesimo bicchiere si mise a sedere,
cercando a fatica di non cadere.
Col cuore in gola e le guance rosse,
cercava di trattenere la balbuzie e la tosse.
Ma ogni timore presto svanì,
quando guardandola capì...............che anche per lei era così.

Anna Pini :futura vate. (non vate-R, mi raccomando non confondetevi...)

Once upon a time in a pub of Turkey-trot
there was a cute man who had drunken a lot.
Maybe you will wonder 'bout the reason of his drinking
If there was any logical thinking.
But the mystery is not that hard
for the guy was excited like an ancient bard;
with the umpteenth glass he tried to sit on the chair
struggling so hard not to fall down the stairs.
With his heart in his throat ad two blazing cheeks
he knew way too well he was reaching the peak.
But every fear soon gone away
when looking at her he understood.........she was feeling the same way

Anna Pini: future poet laureate

lunedì 19 agosto 2013

Shimmery shiny, beautiful briny...sea!

"Che bello ballonzolar, bighellonar,
galoppare per gli abissi del mar così
e poter vedere a tu per tu
quel che c'è nel mondo di quaggiù così"

Gentile concessione del professore di stregoneria Emelius Browne ;)
(chi si ricorda quella genialata disneyana di Pomi d'Ottone e Manici di Scopa"?)

"How pleasant, bobbing along
bobbing along on the bottom of the beautiful briny sea,
what a chance to get a better peep
at the plants and creatures of the deep.."

By courtesy of professor of witchcraft  Emelius Browne ;)
(Who does remember that brilliant disney movie Bedknobs and Broomstcks"?)

sabato 17 agosto 2013

Holiday sketches -part 2-

La tanto attesa parte seconda ;p

The  eagerly awaited part second ;p

Carmelo, the GRATEST pizza maker EVER.
- From Sicily, with love -

At the pool

Mermaid at the pool #2

Phone guy

Summer storm - from the inside ;)-

giovedì 15 agosto 2013

Holidays sketches -part 1-

Se per caso vi steste chiedendo che magra fine ho fatto, sappiate che....sono stata in vacanza.
Un po' di relax quando ce vò ce vò, ma senza scordarsi:

1-crema solare spf 50 (il sole non perdona niente al fototipo 1 come la sottoscritta..)
2-blocco schizzi, naturalmente ;)

Eccovi qualche schizzetto velocissimo di questo periodo:

If, by any chance, you've been wondering where the hell have I been hiding, well....I've been on vacation. A touch of relax sometimes is requested, isn't it? But without forgetting:

1- suntan cream spf 50 (the sun doesn't forgive anything to the skin phototype 1 like me...)
2- Sketchbook, of course :)

Here's some of the super fast sketches I made:

lunedì 5 agosto 2013

Underground fascination!!!

Piccolo sketch...underground ;)
Little....underground sketch ;)

Almost everything on paper... ;)

venerdì 2 agosto 2013

My happy place..

Ultimamente mi sto lasciando andare a strani pensieri filosofici. Cioè..un po' artistici e un po' filosofici, ma comunque strani....Quando, in un modo o nell'altro, hai a che fare con lo smisurato mondo dell'arte, forse finire per pensare troppo è il male minore....In fin dei conti per adesso non ho ancora tagliato orecchie a nessuno ;)
Mi piace molto l'astrazione. Un tempo non la capivo, e, non che adesso invece la capisca a pennello, ma mi affascina l'idea di restituire a chi guarda una realtà che non c'è. Stilizzare è davvero difficile. Lasciarsi alle spalle tutto ciò che conosciamo, abbandonarci all'errore, alla sproporzione, forse è spaventoso. Certo non lo è per i bambini. Così riesumando un disegno che feci intorno ai 7 anni, ho rielaborato il tema principale.....Ho deciso che il mio sforzo sarà quello di superare la paura della deformità ;p
Ecco l'esperimento:

Lately I've really been into strange philosophical thoughts. Well...a bit artistic, a bit philosophical, but still strange. When, somehow or other, you've something to do with the super-wide art world, maybe ending up thinking to much is the less evil....(At least I haven't cut anybody ear up until now.... ;))
I really love abstraction. Once ago I didn't get it (not that now I'm the biggest abstract art expert in the world) but I'm fascinated by the idea of giving back to the observer a reality which doesn't necessarily exist (but in our minds). Stylizing is REALLY hard. Leaving aside all that we know, welcoming the mistakes, the disproportion.....maybe it's scary.
For sure that's not a problem for kids. So...blowing the dust of a drawing I made when I was....maybe 7, I re-elaborate the main idea.....
And I decided my effort from now on will be that of overcoming my deformity fear....;)
Here's the experiment:

My Happy Place.
(watercolors, colored ink and collage on paper.)

lunedì 29 luglio 2013

"Just" People...

I think there's just one kind of folks. Folks.
                                                                       Harper Lee

lunedì 22 luglio 2013

Read a book!

Cosa c'è di meglio di leggere un libro (magari il libro che ti fa gola da mesi, ma non hai mai abbastanza tempo per leggerlo), in una bella notte d'estate, appena prima di stramazzare sul letto?? ;)

What's better than reading a book (maybe THAT book you've been fancy over for months, lacking time to read it), on a beautiful summer night, just before collapsing on the bed?? ;)

Watercolor, gouache and pen on paper.

venerdì 19 luglio 2013

The man with the golden gun

Il mio nome è Bond. James Bond.

My name is Bond. James Bond.

Colored ink and pen on paper.

lunedì 15 luglio 2013

Se una notte d'inverno un viaggiatore...

Se una notte d'inverno un viaggiatore....

If on a winter's night a traveler....

watercolor, gouache and ink on paper.

martedì 9 luglio 2013

Jacques Prévert_ing.....

L'altro giorno mi sono messa davanti al foglio bianco. Siccome era di mattina, e fuori c'era una bella luce, mi sembrava ancora più bianco. Lo guardavo, lo guardavo, lo guardavo......e ho capito che avrei voluto fare qualcosa in diagonale.

Detto, fatto.
E una volta guardato il lavoro finito, m'è subito saltata alla mente la poesia "Déjeuner du matin" di Prévert, nel senso che quell'immagine rappresentava esattamente l'atmosfera che mi sono sempre immaginata nel leggere quella poesia....

"[...]Senza guardarmi
S'è alzato
S'è messo sulla testa il cappello
S'è messo l'impermeabile
Perchè pioveva
E se n'è andato
Sotto la pioggia
Senza parlare
Senza guardarmi,
E io mi son presa
La testa fra le mani
E ho pianto.

The other day, I put my immaculate piece of watercolor paper right in front of me. It was morning, and because of the beautiful light outside, it happened to look even lighter. I stared at it, I stared, I stared...And somehow I got it! It had to be something in diagonal.

No sooner said than done.
And once the work was done, it somehow rang a bell while I was watching it...It had exactly the same atmosphere of the "Morning Breakfast" poem by the great Jacques Prévert..(of course the atmosphere that poem had for me...;) )

"[...] Without looking to me
He stood up
He put
His hat upon his head
He put
His raincoat on
Because it was raining
And he left
Without one word
And me I placed
My head in my hand
And I cried."

Watercolors on paper.

sabato 6 luglio 2013

Just a man and his trumpet!

"Ci lasciarono andare avanti per un bel po', la mia tromba e il suo pianoforte, per l'ultima volta, lì a dirci tutte le cose che mica puoi dirti, con le parole.
Intorno la gente continuava a ballare, non si era accorta di niente [...].

Forse qualcuno avrà giusto detto a un altro:
"Guarda quello con la tromba che buffo, sarà ubriaco, o è matto.
Guarda quello con la tromba che buffo: mentre suona, piange".

                                                                                         -NOVECENTO- Alessandro Baricco

"They let us go on for a while, my trumpet and his piano, for the last time,over there saying to ourselves all those things that you can't say with words.
All around people kept on dancing, They didn't notice anything [...].

Maybe some guy told another :
"Look how funny the trumpet guy, he'll be drunk or fool.
Look how funny the trumpet guy: he cries while playing".

                                                                              -NOVECENTO- by Alessandro Baricco
                                                              (the book inspiring the movie "The legend of 1900")

Watercolors on paper.

venerdì 5 luglio 2013

Dancing Wind!

Nessuna parola....
solo una melodia:

Ludovico Einaudi - I GIORNI -

No words...
just a melody:

Ludovico Einaudi - I GIORNI - (the days)

Watercolors, and gouache on paper.

mercoledì 3 luglio 2013

Jam Session Passion!

Le Fender* sono rosse
le Yamaha sono blu
perché non ne suoni una anche tu?

Fenders* are red
Yamahas are blue...
Why don't you play one of them too?

Pencils on paper.

*= note marche di chitarre/ famous brands of guitars

martedì 2 luglio 2013

Marquis Green Tea..

Nulla si perde,
del Marchese Te verde.

Homage to thee
Marquis Green Tea.

Watercolor, gouache and pen on paper.

lunedì 1 luglio 2013

My Teeny-weeny....recipe!

Ciao a tuttii!
Dopo un'assenza  (mi rendo conto) quasi infinita, dovuta a vari eventi superspecialissimi, ritorno con un po' di "joie de vivre" e una tavola che ho fatto per il mini concorso lanciato dal fantastico blog Le figure dei libri, in cui era richiesta l'illustrazione di una "insalata" illustrata....Le votazioni sono aperte fino al 5 luglio alle 24, andate a spulciare, ce ne sono di fantastiche!
Ah, e non dimenticatevi di votare, naturalmente ;)

Hi everybodyyy!!
After an almost infinite absence (I definitely know it, guys), due to a series of super special events, I'm back with a touch of "joie de vivre" and a figure I realized for the little contest promoted by the amazing illustration blog Le figure dei libri, where the contestants were asked to illustrate a "salad" recipe....You can vote till the 12 p.m of the 5th of July , I would suggest to go and snoop, some of them are amazing!
Oh, yes...and don't forget to vote, of course ;)

venerdì 21 giugno 2013

Infernal writings!

Signori e signore, per il ciclo "parole illustrate", ho deciso di riesumare dal cilindro nientepopòdimeno che... La lettera scarlatta...

"Il popolo intanto aveva creato una leggenda intorno alla lettera scarlatta, e andava raccontando che quel rosso non era d'un colore dato dagli uomini alla stoffa, sì dalle vampe dell'inferno, e che se la donna fosse uscita di notte, quella lettera si sarebbe vista fiammeggiare".

Ladies and Gentlemen, for the series"word illustrated", Ive decided to blow the dust of no less than...........The Scarlet Letter

"The vulgar, who, in those dreary old times, were always contributing a grotesque horror to what interested their imaginations, had a story about the scarlet letter [...]. They averred that the symbol was not mere scarlet cloth tinged in an earthly dyepot, but was redhot with infernal fire, and could be seen glowing al alight whenever Hester Prynne walked abroad in the nighttime".

Graphite and red pencil on paper.

mercoledì 19 giugno 2013

The Catcher In The Rye.....

Ciao a tutti!! Ormai, come avrete capito, ci ho preso gusto, e questa storia di illustrare dei passaggi dei libri che mi piacciono, sta diventando una droga ( oserei dire che sta quasi soppiantando la dipendenza di prima -alias soggetti da Belle Epoque- da cui, come potete constatare voi stessi, sono quasi guarita ;)..)
Oggi...........parliamo de Il Giovane Holden. Chi non l'ha letto (sempre ammesso che di illibati Cauldfieldiani ce ne sia ancora qualcuno) si trascini verso la prima libreria e se lo accaparri senza indugio. SUBITO.
Anche se sono convinta che se non lo si legge dai 14 ai 17 anni, questo libro perda molta della sua poesia...Non so, forse gli adulti rinnegano il proprio Holden, o forse li fa incazzare con tutte 'ste domande sul dove-vanno-le-anatre-quando-è-inverno-e-il-lago-è-gelato...... ogni modo, con tutti quei pensieri sussurrati e quelle domande senza risposta a cui nessuno presta attenzione, rimane un grande classico della gioventù sbandata e non, che fatica a trovare la propria strada.

"Io non griderei mai "Buona Fortuna!" a nessuno. E' tremendo, se uno ci pensa."

Hi everybody!! Today, as you can guess, I got to like it, and this whole thing of illustrating passages of the books I love, is becoming a drug (I'd dare to say that this addiction is displacing the old one - aka Belle Epoque characters, from which, as you can notice, I'm almost recovered ;) ....)
Today.......we talk about The Catcher In The Rye.
Whoever hasn't read it yet (supposing that there's still some "Cauldfield-ian virgin" around), drag oneself along to the nearest bookstore and get it prompt. NOW.
Even though I think that if you don't read it from 14 to 17 years old, this book loses much of its poetry...Don't know why...Maybe the adults disown their inner Holden, or maybe he got them upset 'coz of ALL his where-do-the-ducks-go-in-the-wintertime-when-the-lake-is-frozen questions....
Anyway, with all those tender, whispered thoughts and those questions with no answer which nobody cares about, this book is even now, a great classic of a stray (and not) youth, who struggle to find its way...

" I'd never yell "Good luck!" at anybody. It sounds terrible, when you think about it."

Pen on paper.

martedì 18 giugno 2013

Uno, nessuno, centomila

Oggi vorrei azzardare e sostenere che probabilmente Luigi Pirandello è lo scrittore più amato dagli studenti italiani. Un po' perché si studia in quinta e la lettura obbligatoria almeno de "il fu Mattia Pascal" te lo fa sentire leggermente più vicino, un po' per le sue geniali trovate letterarie ( per cui s'è meritato un bel premiazzo Nobel per la letteratura), fatto sta che tutti amano Luigi (o, come diceva il mio prof. di Italiano al liceo, Gigi Piranda).
Scendendo nello specifico poi, non so voi, ma io sarò sempre grata a quel mercatino di libri usati dove comprai la mia copia di Uno, nessuno, centomila. Quei libri che ti cambiano la vita (o che te la fanno finire in un ospedale psichiatrico per le troppe riflessioni sull'identità..vabbè, ma è un rischio che per Gigi bisogna pur correre,no?)

"Di ciò che posso essere io per me, non solo non potete saper nulla voi, ma nulla neppure io stesso".

Today I would dare to say that probably, the best-loved writer by the Italian students is Luigi Pirandello.
FIrst of all you study him when you're a senior and the compulsory reading of (at least) "The Late Mattia Pascal" makes you feel him slightly closer, second of all his brilliant literature ideas (which led him to a super-deserved Nobel Prize in Literature in 1934)...The result is everybody loves Luigi (or Gigi Piranda, as my Italian literature teacher used to call him in high school).
Specifically, I don't know you, but I'll always be grateful to that used bookstall where I got my copy of One, No one and One Hundred Thousands. One of those books that change your life (or....that make you finish it in an asylum because of your too many reflections upon identity...Well, that's a risk worth to be taken for Luigi!) ;)

"Of what I could be for me, not only you can't know anything, but not even me myself".

Uno, nessuno, centomila (One, No one, One Hundred Thousands)
Pen and graphite on paper.

lunedì 17 giugno 2013

Tess of the d'Ubervilles

Oggi vi posto un'illustrazione che ho tratto da un libro che mi è piaciuto tantissimo: Tess of the d'Ubervilles di Thomas Hardy.
Ok, FORSE la storia è un TANTINO triste, ma per come è scritto e per le riflessioni che Hardy mette in bocca ai suoi protagonisti, una lettura estiva la merita sicuramente! ;)

"Lei (Tess) non era un'esistenza, un'esperienza, una passione, un complesso di sensazioni per nessuno all'infuori che per se stessa. Per tutto il resto dell'umanità, Tess non era altro che un pensiero fugace. Perfino per gli amici non era altro che un pensiero che, forse, passava nel loro cervello più di frequente.
Se anche si disperava giorno e notte, la maggior parte di loro avrebbe fatto questo commento: "Ah, vuole rendersi infelice [...]
La massima parte della sua infelicità nasceva dalla sua situazione nei confronti delle convenzioni sociali e non dalle sue convinzioni innate."

Today I'm posting an illustration I made of a book I loooooved: Tess of the d'Ubervilles by Thomas Hardy.
Ok, MAYBE the story is a BIT sad, but for its writing style and for the reflections that Hardy put in his characters' minds, this novel definitely deserves a summer reading! ;)

"She (Tess) was not an existence, an experience, a passion, a structure of sensations, to anybody but herself. To all humankind besides Tess was only a passing thought. Even to friends she was no more frequently than a passing thought. If she made herself miserable the livelong night and day it was only this much to them -"Ah, she makes herself unhappy."
[...] Most of the misery had been generated by her conventional aspect, and not by her innate sensations."

Acrylics on canvas

sabato 15 giugno 2013

Elisabetta Gonzaga (1471- 1526)

L'altro giorno stavo sfogliando un libricino su Raffaello, avete presente, no? Breve storia, le immagini dei Capolavori....Insomma, pagina dopo pagina mi è venuto il trip di provare a stilizzare uno degli "inavvicinabili-ai-comuni-mortali" lavori  dell'Urbinate....E, non chiedetemi come mai, l'attenzione è ricaduta su Elisabetta Gonzaga.....

The other day I was flipping through the pages of a tiny book about Raphael, you know? A short history, the images of the masterpieces...Well, pages after pages I got the idea of trying to stylize one of the unapproachable-to-mere-mortals works of the painter...And (please don't ask why), my attention got on Elisabetta Gonzaga....

Watercolors and pen on paper.

venerdì 14 giugno 2013

Dante's Inferno..

Oggi sono pigra, quindi ho deciso di postare un lavoro un po' vecchiotto ma a cui tengo molto...La mia versione del canto V dell'Inferno (quello di Paolo e Francesca, tanto per capirci ;p)...

"Mentre che l'uno spirto questo disse,
l'altro piangea; sì che di pietade
io venni men così com'io morisse".

Today I'm lazy, so I decided to post a work a bit old, but really precious to me... My version of the 5th canto of Dante Alighieri's Inferno (the first part of the Divine Comedy). This part of the poem is about the love of  Francesca and Paolo (her brother-in-law) who committed adultery and got murdered. Their infernal punishment consists in being dragged together by the infernal wind forever, tormented by the memory of the time spent together.

"And all the while one spirit uttered this,
the other one did weep so, that, for pity,
I swooned away as if I had been dying".

Colored pencils on paper. The two on the right are Dante and Virgil

Detail of the beloved.

mercoledì 12 giugno 2013

Evergreen Alice!

"Volevo soltanto chiederle che strada devo prendere!"
"Beh, tutto dipende da dove vuoi andare!" disse il Gatto.
"Oh, veramente importa poco ...." disse Alice
"Beh, allora importa poco che strada prendi" rispose il Gatto.

"Would you tell me, please, which way I ought to go from here?"
"That depends a good deal on where you want to get to"- said the Cat.
"I don't much care where - ' said Alice.
"Then it doesn't matter which way you go" said the Cat.

Nib pen and Ink on paper.

martedì 11 giugno 2013

Please welcome all ..... Lady Freezer!!

Il mio nome è Lady Freezer
e detesto il Bacardi Breezer.
Preferisco il tè al bergamotto
che mi concedo nel mio salotto.

My name is Lady Freezer
and I hate Bacardi Breezer.
I prefer bergamot tea
to this modern potpourri.

Charcoal and Graphite on paper.

lunedì 10 giugno 2013

How inspiration works...

A volte l'ispirazione ti coglie all'improvviso.
A volte (solitamente quando ne hai più bisogno) la cerchi ma non c'è verso di stanarla.
A volte ti travolge troppo in fretta perché tu riesca a metabolizzare le idee.
A volte credi che sia ispirazione e invece è solo il delirio da influenza.
Comunque la si veda, spesso le idee possono arrivare 1) senza preavviso 2) senza seguire una logica razionale (simpatica perifrasi per dire che..beh, vengono semplicemente A CASO)..
Oscar Wilde diceva che il miglior modo di resistere alla tentazione è cedervi, e chi lo sa...forse aveva ragione lui e bisogna imparare a sottomettersi a questo diktat del flusso ispiratore.

Questa idea mi è venuta sfogliando IO donna....sì, in effetti chi l'avrebbe mai detto? ;)

Sometimes inspiration catches you all of a sudden.
Sometimes (usually when you need it the most) you keep on looking for it, but no way you can drive it out.
Sometimes you get overwhelmed too fast in order to organize the ideas you just had.
Sometimes you THINK it's inspiration but it comes out it's just flu delirium.
However you look at it, often the ideas come1) without notice 2) without following a rational logic (nice circumlocution meaning.....they simply come AT RANDOM)...
Oscar Wilde said that the best way to resist a temptation is to surrender to it, and who knows...maybe he was right and we should learn how to submit to this inspirational-flood diktat.

I got THIS idea leafing through IO donna (italian fashion magazine)...

giovedì 6 giugno 2013

Dooooown tooo the riiiveeeer

Piccolo omaggio al grande "Boss" ;))
Passate a sentire la nostra  -The River- acoustic cover su Soundcloud!!

Just a little homage to "The Boss" ;))
Check our -The River- acoustic cover out on Soundcloud!!

Colored pencils and graphite on paper.

mercoledì 5 giugno 2013


Ri-eccomi con un'illustrazione realizzata tempo fa in previsione di una cover/rivisitazione acustica degli Oasis con la mia band Stardust...Che ne pensate?

Venite a trovarci QUI sulla nostra pagina Facebook ^_^...Vi aspettoooo!!

Here I am again guys, with an illustration I made months ago when I was working on an acoustic cover/rivisitation of "Wonderwall" by the Oasis, with my band Stardust.....What do you think?

Feel free to come and visit our Facebook page HERE!! Come on guys.....I'll be waitiiiing ;)!!

Charcoal on paper.

lunedì 3 giugno 2013

Sunset Boulevard

Avete presente "Viale del tramonto"di Billy Wilder?
Beh, se non l'avete visto, appuntatevelo e inseritelo nella lista "cose da fare prima di morire" o semplicemente aggiungetelo quella dei buoni propositi per l'anno nuovo (sì, mi sto riferendo a questo di anno) che immagino starà giacendo ammuffita in qualche angolo della vostra camera.....
A parte che è un film grandioso di suo, regala un sacco di spunti di riflessione ad esempio sulla vita delle star, sul successo.....In effetti avete mai pensato alla fine che tocca a una celebrità che viene dimenticata? Al declino della fama in sé?
Se ci avete fatto ancora un pensierino, beh...questo è il vostro film babies ;)!

Joe Gillis: "Mi ricordo di voi, siete Norma Desmond, eravate grande!"
Norma Desmond: "Io sono ancora grande, è il cinema che è diventato piccolo".

Do you know "Sunset Boulevard" by Billy Wilder? Well, if you don't, take note of it and insert it in the things-to-do-before-dying list, or just add it to the things-to-do-on-the-new-year list (yes by "new year"I mean THIS year) which I guess is lying mold somewhere in your bedroom....
Except that it's a just GREAT movie, it gives tons of causes for on the life of the stars, on success itself...Actually, have you ever thought about the end of a celebrity getting forgotten? Or about the decline of the fame?
If that's the nature of your thinking ;), you should definitely watch it!

Joe Gillis: "You're Norma Desmond.You used to be in silent pictures.You used to be big".
Norma Desmond: "I am big. It's the pictures that got small."

giovedì 30 maggio 2013

Wanna drink?

Prima o poi questa sbandata per gli anni 20 passerà. Perlomeno è quel che mi auguro, dato che ora sono nell'occhio del ciclone..e non riesco a pensare a niente che non abbia frange, pelo, lustrini e paillettes.....
Ergo per cui siccome, mentre cerco di capire come curare questa "deliranza", voi dovete sopportarmi.
Tanti cari saluti...

Sooner or later this crush on the 20s will cease. At least this is what I wish for, since now I'm in the storm centre and I can't even think about something without fringes, furs, sequins and paillettes....
Soooooooo, while I'm trying to get how to heal this "disease", you should bear me.
Best regards......

Watercolors on paper.

mercoledì 29 maggio 2013

Illustration Friday..

Il mio contributo al tema di questa settimana di Illustration Friday: Tension! ;)

My contribution to this Illustration Friday week topic: Tension! ;)

Colored pencils and ink on paper.

martedì 28 maggio 2013


"On and on the rain will fall like tears from a star, like tears from a star..
On and on the rain will say how fragile we are, how fragile we are...."

Un grazie a Sting per l'ispirazione musicale ;)
A special thanks to Sting for his musical inspiration ;)

Colored pencils on paper.